logo Associazione culturale Amici del Machiavelli - Lucca

Per l'alto mare aperto

Lettura dell'Odissea di Omero.
Nella traduzione di Guido Paduano

Obiettivo e struttura del progetto

L’Associazione culturale Amici del Machiavelli , il Centro di Cultura di Lucca Università Cattolica, la Biblioteca Statale di Lucca, il Comitato di Lucca della Societa' Dante Alighieri;
Grazie al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, della Provincia di Lucca, del Ristorante Gli Orti di via Elisa

Spronati dallo straordinario successo ottenuto dalle iniziative proposte negli ultimi anni e tenendo fede alla programmazione resa nota, propongono:
"Per l'alto mare aperto" - Lettura dell'Odissea di Omero - nella traduzione di Guido Paduano.

Costruire un percorso di lettura/presentazione dell'Odissea e' una sfida non certo semplice.
La dimensione del poema ne rende difficilmente proponibile la lettura integrale. Sono pertanto state operate delle scelte, come si puo' vedere dal programma, avendo tuttavia presente l'imprescindibile necessita' di non smarrire la continuita' del racconto dell'opera omerica.
Pertanto, le parti che non saranno lette, saranno adeguatamente riassunte in modo che il divenire degli avvenimenti e delle situazioni emerga sempre con chiarezza.

Confermando la scelta fatta in occasione della presentazione dell'Iliade, abbiamo optato per una traduzione recente ed inconsueta nella prassi scolastica: quella del Prof. Guido Paduano, Professore Emerito dell'Università di Pisa, uno dei piu' celebri conoscitori e traduttori italiani di letteratura greco-latina. La traduzione del Prof. Paduano si impone per lo stile scorrevole, sostenuto da una straordinaria musicalita' ed efficacia nel saper tratteggiare fatti, situazioni, emozioni.

L'iniziativa si muove sulla falsa riga del format gia' collaudato con le precedenti iniziative e che tanto successo ha ottenuto anche in occasione della presentazione/lettura dell'Iliade.
Il progetto si propone ricco e vario. Come risulta dal programma, i quattordici incontri di presentazione/lettura omerica sono integrati da tre conferenze: una di apertura, affidata al Prof. Mauro Tulli; una intermedia, tenuta dal Prof. Andrea Taddei; la terza di chiusura, affidata alla Prof.ssa Maria Serena Mirto. Ai Prof.i Paduano, Taddei e Mirto vanno i nostri piu' sentiti ringraziamenti per la generosa adesione al nostro progetto.

Le presentazioni sono affidate al gruppo di esperti che, anche in questa occasione, ha offerto la ben nota professionalita'. il gruppo si e' arricchito di nuovi apporti: circostanza che, ovviamente, ci fa immensamente piacere.
Le letture saranno proposte da due giovani attrici: Sena Lippi e Agnese Manzini, che il nostro pubblico ha gia' in varie occasioni avuto modo di apprezzare.

Il periodo nel quale si svolgeranno gli incontri, e’ piu’ ristretto rispetto alla durata canonica dell’anno scolastico: si iniziera' il 9 ottobre 2017 e si terminera' il 12 marzo 2018.
Gli incontri si svolgeranno nella splendida cornice dei Saloni Monumentali della Biblioteca Statale di Lucca.

Il progetto ha lo scopo di diffondere la conoscenza del poema omerico fra un pubblico non provvisto di particolari prerequisiti.
Si rivolge a tutti, adulti e giovani, accomunati dalla passione per la letteratura.
Certamente e’ stata prestata una particolare attenzione agli studenti ed in genere al mondo della scuola: per questo e’ stato progettato un calendario particolarmente attento alle esigenze di questa tipologia di pubblico.

Come dicevo sopra, costruire un percorso di lettura/presentazione del poema omerico, di adeguata dimensione pur senza risultare frammentario, e' stata una grande sfida. Anche questa volta Siamo riusciti a costruire il progetto grazie all'adesione volontaria di molte forze intellettuali presenti sia nel nostro territorio che oltre i suoi confini. Un concreto sostegno e' venuto dalle istituzioni e da sponsor privati. Sarebbe doveroso ringraziare singolarmente ciascuno: lo rende impossibile la lunghezza dell'elenco. A tutti coloro che hanno reso possibile il progetto va il piu' sentito ringraziamento.

Infine, ma non per ultimo di importanza, ritengo doveroso sottolineare la logica di "lavoro in rete", da noi costantemente adottata, che consente di valorizzare al massimo livello la specificita' degli apporti dei soggetti coinvolti. Una logica che ci consente di ottimizzare al meglio le risorse e le energie, nell'ottica del raggiungimento del miglior parametro risultato/investimenti.

Confidiamo che anche questa nuova avventura possa raccogliere il consenso che ha accompagnato le nostre proposte.

Lucca, 21 agosto 2017
Paolo Razzuoli

Torna alla pagina precedente